Bene, male e speranza

Nella storia dell’umanità è sempre stata presente in ogni forma di espressione la distinzione tra bene e male. In ogni campo ed ambito si è sempre venuta ad articolare, in maniera più o meno complessa, questa separazione, questa eterna contrapposizione di concetti che si avvicendavano. Il rincorrersi di questi due aspetti faceva nascere sentimenti quali la desolazione, la distruzione, ma anche la speranza. Ebbene nel mondo odierno viene dissertata ed eliminata la speranza. Si è passati se si vuole ad una visione più infantile – ma più veritiera? – nella quale non è possibile incrociare le due sfere. Nella nostra società il male viene classificato come tale, ed ogni speranza di contrapporvisi rimane vana ed utopica. Come esempio del concetto che tento di trasmettere si prendano ad esempio Shining, oppure lo stesso “Genesi del Male”. L’evoluzione anche tra i due film citati (cito esempi di filmografia perché i più facilmente fruibili) è lampante. Nel primo comunque i due protagonisti si salvano, nel filone contemporaneo invece, horror vari ad esempio, i protagonisti sono portati inesorabilmente a morire ed alla possibilità della morte non viene lasciata trasparire alcun tipo di pensiero contrapposto. Il netto contrasto tra bene e male diviene invalicabile. Si avverte il senso di impotenza, di staticità, a cui paradossalmente la nostra società mobile e polivalente ci ha autocondotti. Dostoevskij analizzava il bozzolo di questo problema chiamando in causa un sentimento che denomina come “diritto al disonore”. Questo sentimento nell’epoca moderna è maturato e mostra tutti i suoi possibili risvolti. L’uomo medio, comune, avverte la malvagità del mondo che lo circonda e rimane passito da tutto un peso che lo porta ad una totale incapacità d’azione. La sua morale allora non trova più appiglio dal momento che le viene tolto il barlume della speranza. Questa sera nel vedere un film ho provato una sensazione che si avvicina nettamente al senso di stupro. Ci si sente partecipi di un crimine, ci troviamo immersi in un massacro del quale noi diveniamo inesorabilmente silenziosi complici e vittime superstiti e testimoni. Questo i malsani registi di oggi ci vogliono lasciare… il senso di essere sopravvissuti ad uno stupro. Ebbene l’arte oggi si rifugia solamente nella ricerca dello stupro? Si è fermata l’ascensione al bello ed al sublime. Nel passato l’uomo viveva in un mondo crudele e nell’arte doveva ricercare necessariamente il bello. In un mondo meno crudele l’uomo avverte la mancanza di cattiveria, e poiché Dio ci ha progettato per l’equilibrio, l’uomo l’aggiunge. Questo porta ad un massiccio aumento di violenza nelle masse, che “anelano alla morte”. L’arte ferma la ricerca della bellezza, cessa istantaneamente di essere arte. La verità è che nel mondo moderno, il mondo del Pulp, delle droghe, della sfrenatezza e del senza confini, ogni movenza, ogni atteggiamento, si risolve con un atto privo di grazia, cafone, sfrontato, maleducato. Tutto oggi è uno stupro dell’anima. Guai in questo mondo di “plebe” ad esser nobili. Il diritto al disonore porta loro automaticamente a sotterrare ed intombare ogni cosa porti il vago ricordo di una coscienza e di un valore. Totale abbandono alle forze più infime dell’anima. L’uomo scoperta la morte di Dio torna bambino, e come al bambino è stato tolto il gioco piange ed impreca e rompe i giocattoli degli altri bambini. Bambini egoisti e cattivi. Povera umanità, immenso è per me il senso di pena che mi provochi nel vederti così inerme, così vittima. Io sono speranza, io sono per me stesso la unica speranza. Questo, mia umanità, tu non potrai capirlo mai. La mancanza di morale la compenserò con più disciplina. Vedremo se il mio bastone sarà duro a sufficienza!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...