Anime sole

Io non so se le anime esistano, e se anche esistessero non saprei dire a cosa appartengano o cosa le leghi.

 

So che si perdono, si mischiano.

 

Ci si dimentica da dove si è partiti e non si trova più il filo conduttore.

Chi siamo diviene ciò che facciamo, che pensiamo, chi frequentiamo.

 

Dove sono io? Dove è il noi?

 

Così perso guardo verso il mare, e comincio a sentire la brezza marina sul mio viso. Quell’odore di salsedine e quella sensazione di umido che ci rammenta di una vita passata.

 

All’inizio è poco più di una sensazione, un percepire. Poco a poco riesco a mettere a fuoco, e tra i monotoni rintocchi delle onde comincio a distinguere una lingua a me nota:

 

“Ricorda che al tempo la virtù non s’insegna,

poiché è il tempo a comandarci le membra.

 

Ricorda che spesso si finisce per dare

gli istanti di ciò che temiamo di avere.

 

Ricorda che il mondo spesso non cura

i figli dell’anima con dovuta premura.

 

Ricorda che spesso più dell’astro mentale

è il caldo tuo cuore il tuo lume natale.

 

Ricorda che il ricordo non serba rancore

ma che il viver, oggi, con forza maggiore

racconta ai tuoi figli il dolore che è stato

e dei tempi del tempo che il destino ha creato.”

 

Così ricordo, e capisco, mentre silenzioso cammino via.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...